Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Esonero crediti formativi Ingegneri 2019: chi ne ha diritto, come richiederlo e modulo

Il 1 gennaio del 2018 è stato pubblicato il Testo Unico degli Ingegneri 2018 contenente le linee di indirizzo per la formazione professionale continua stilate dal CNI, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, che ribadisce per tutti gli iscritti all'albo l'obbligo di conseguire CFP per certificare l'acquisizione di competenze e conoscenze di discipline affini alla loro professione.
Tuttavia il nuovo regolamento degli ingegneri prevede e disciplina dei casi in cui il professionista iscritto all'ordine può richiedere l'esonero dal conseguimento dei crediti formativi.
In questo articolo approfondiremo questa particolare tematica.

Esonero CFP Ingegneri: ecco cosa prevede il Testo Unico

Il Testo Unico degli Ingegneri 2018 concede la possibilità a chi ne ha diritto o necessità di presentare istanza di esonero dalla formazione professionale obbligatoria a patto che tali istanze, indipendentemente dalla tipologia, vengano sottoposte all'Ordine di riferimento entro il 31 gennaio dell'anno solare successivo a quello in cui inizia il periodo per cui si richiede l'esonero.
Il Testo Unico è ben chiaro sul fatto che non saranno accettate istanze presentate oltre il tempo massimo concesso.

In cosa consiste l'Esonero?

L'esonero dall'obbligo di formazione continua per gli ingegneri consiste in una riduzione dei CFP sottratti a fine di ogni anno.
Nello specifico si tratta di una riduzione di 2,5 cfp per ogni mese di esonero, escluso l'ultimo giorno del periodo.

In quali casi è concesso l'esonero crediti formativi ingegneri?

Il Nuovo regolamento del 2018 accetta le istanze di esonero alle condizioni sopra esposte per tutti i casi reali e documentati di:

In tutti i questi casi la richiesta potrà essere inoltrata all'Ordine Territoriale.
Durante il periodo di esonero i richiedenti che partecipano ad eventi formativi, come convegni, seminari, non hanno diritto ad acquisire CFP.
Analizziamo adesso nello specifico tutti i casi in cui è possibile richiedere l'esonero.

Esonero crediti formativi Ingegneri per maternità, paternità o adozione

Maternità, Paternità o adozione costituiscono un valido motivo per richiedere a buon diritto l'esonero formativo.
Nello specifico per Maternità o Paternità è previsto un esonero di 12 mesi continuativi da concludersi entro il compimento del 2° anno di vita del bimbo; per Adozione o Affido l'esonero concesso è di 12 mesi continuativi da concludersi entro i primi 2 anni dall'avvenuta adozione o affido.
Nel caso in cui entrambi i genitori siano iscritti all'Albo degli Ingegneri l'esonero per il singolo figlio diventa frazionabile e i 12 mesi complessivi a cui si ha diritto possono anche non essere fruiti continuativamente ma in maniera frazionata.

Esonero crediti Formativi Ingegneri per malattia o infortunio

Per quanto concerne le malattie o gli infortuni che abbiano una durata di almeno 60 giorni, e che rendano impossibile la partecipazione ad eventi formativi, si ha diritto ad un esonero pari al numero di giorni convalescenza per massimo di 6 mesi.
Nel caso in cui la malattia o l'infortunio costituisca anche un impedimento per lo svolgimento dell'attività professionale e lavorativa, si ha diritto ad un esonero senza limite di tempo pari al numero dei giorni di durata dell'infortunio o della malattia.
L'unica clausola è che per richiedere l'esonero in quest'ultimo caso occorre presentare un'autocertificazione che attesti il mancato esercizio della professione.

Esonero crediti formativi ingegneri per malattie gravi e invalidanti

Il Testo Unico prevede che i professionisti che sono affetti da malattie gravi e invalidanti, che costituiscano un limite per la possibilità e la capacità di esercitare la professione, abbiano diritto ad una riduzione che va dal 30% al 50% dei CFP da conseguire in ogni anno solare, nello specifico si tratta di una riduzione che va da 9 CFP a 15 CFP annui, ovviamente l'ammontare esatto della riduzione verrà calcolato in base all'entità della malattia invalidante e al grado di inabilità professionale che da essa deriva.
In questi casi il professionista, per richiedere l'esonero, deve trasmettere all'Ordine Territoriale uno dei seguenti documenti:

  • Certificato medico;
  • Documento che attesti l'invalidità con il relativo grado di inabilità;

Questo tipo di esonero non ha scadenza e si rinnova automaticamente di anno in anno finchè l'interessato non presenta la richiesta di revoca.

Esonero crediti formativi ingegneri per assistenza a persone con gravi malattie croniche

Questo tipo di esonero si può richiedere nel caso in cui l'iscritto presti servizio di assistenza ad uno dei seguenti parenti affetti da malattie o infortuni gravi:

  • genitori;
  • figli;
  • fratelli o sorelle;
  • coniuge o convivente;

ecco le modalità in cui viene assegnato l'esonero in questi casi:

Tipo di Assistenza Esonero Concesso

Assistenza inconciliabile con eventi formativi

esonero per tutto il periodo di assistenza con un massimo di 6 mesi
Assistenza inconciliabile con l'esercizio professionale esonero per tutto il periodo di assistenza senza limiti di tempo
Assistenza a genitori, fratelli o sorelle esonero per tutto il periodo di assistenza se il parente convive con l'iscritto
Assistenza a portatori di handicap riduzione dal 30% al 50% dei crediti da detrarre a fine anno solare

In tutti i casi riportati in tabella occorre la dovuta documentazione medica che attesti lo stato di malattia della persona assistita.
Nel caso di fratelli, sorelle o genitori occorre anche un documento che attesti la convivenza con l'iscritto

Esonero crediti formativi ingengeri per catastrofi naturali

Secondo il nuovo regolamento CNI possono usufruire dell'esonero tutti gli iscritti esercitanti professione nelle in zone colpite da catastrofi naturali.

Esonero crediti formativi ingegneri per chi lavora all'estero

Trattenersi all'estero per motivi di lavoro e per un periodo di almeno 6 mesi è un motivo valido per richiedere l'esonero dall'obbligo formativo.
In questi casi si procede presentando all'Ordine al termine del perido i seguenti documenti:

  • richiesta di esonero;
  • autocertificazione che attesti l'effettiva permanenza lavorativa all'estero;

Si tratta di un tipo di esonero che può essere richiesto per una durata massima di 12 mesi consecutivi e per una sola volta.
Vi è tuttavia un'eccezione che permette a chi ha già usufruito dei 12 mesi di esonero di richiederne ancora, a condizione che l'interessato comunichi tramite autodichiarazione di non aver svolto nel periodo di riferimento alcun tipo di attività professionale in Italia.

Esonero crediti formativi ingegneri per servizio militare volontario e servizio civile

In fine hanno diritto ad una riduzione di 2,5 CFP al mese tutti gli iscritti che per un periodo di almeno 6 mesi hanno prestato volontariamente servizio militare o servizio civile.
Tuttavia questo esonero è valido soltanto per il primo anno in cui l'iscritto all'albo presta servizio, dall'anno successivo, pur continuando a svolgere tali attività, dovrà provvedere a conseguire crediti formativi professionali secondo le modalità descritte nel Testo Unico.

Lascia un commento