Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

CFP Periti Industriali: chi può richiedere l’esenzione e come

Il Regolamento dell'Ordine professionale dei Periti Industriali stilato dal CNPI prevede che ogni iscritto sia soggetto ad un impegno formativo che lo obbliga a conseguire, nell'arco temporale di un quinquennio, 120 crediti formativi professionali o CFP. Ci sono, tuttavia, delle evenienze in cui l'obbligo di formazione continua può essere interrotto per esenzione. In questo articolo affronteremo l'argomento, indicando la definizione di esenzione temporanea fornita dal CNPI, i casi in cui può essere richiesta e il modello da compilare per presentare istanza di esonero.

Cos'è l'esenzione temporanea?

Nelle Linee guida per la formazione continua fornite dal CNPI, ci si riferisce all'esenzione temporanea come:

"autorizzazione, a carattere temporale, rilasciata dall'OT competente, su richiesta dell'iscritto che viene a trovarsi in situazioni tali da non poter seguire il percorso di formazione continua. Essa deve quindi indicare un inizio ed una fine (previsione) sia nella richiesta che nella autorizzazione"

Di conseguenza, può essere vista come un esonero dal conseguimento dei CFP per periti industriali concesso dall'Ordine Territoriale ad un iscritto che si trova in situazioni non compatibili con il proseguimento di un costante percorso di formazione continua. L'esenzione comporterà una riduzione del numero di CFP da conseguire che verrà calcolata pro-mese.

In quali casi si può richiedere l'esenzione temporanea?

L'interruzione dell'obbligo di accumulare crediti formativi professionali può essere richiesta in casistiche particolari disciplinate e indicate dal CNPI, le principali sono:

  • per gravidanza e/o maternità/paternità fino a 3 anni di età del figlio;
  • per grave malattia e/o intervento chirurgico;
  • per interruzione dell'attività professionale per almeno 4 (quattro) mesi consecutivi;
  • per gravi e documentati motivi diversi da quelli sopra indicati;
  • per il non esercizio della professione (in proprio e/o alle dipendenze).

Riduzione per il non esercizio della professione

Nell'ultimo caso, ovvero non esercizio della professione, il professiosta dovrà comunque acquisire un minimo di CFP non inferiori a 8 per ciascun anno. Chiunque richieda questo tipo di riduzione non potrà svolgere alcuna attività professionale riservata e non riservata inerente l'iscrizione all'Albo in tale periodo, ovvero:

  • relazioni;
  • progetti;
  • collaudi;
  • consulenze;
  • perizie in veste di CTU o CTP;
  • altre attività professionali connesse all'iscrizione.

e, di conseguenza il professionista non potrà nemmeno utilizzare il timbro professionale, se previsto dal regolamento del Collegio.

Esenzione CFP per periti industriali oltre il 65° anno di età

Un'altra forma di esenzione, o meglio di riduzione del numero dei CFP conseguibili, è prevista per gli iscritti all'albo che abbiano superato il 65° anno di età. In questi casi, l'impegno formativo che bisognerà garantire nell'arco del quinquennio formativo è ridotto, passando da 120 a 40 CFP.

Esonero dall'obbligo per professionisti iscritti a più ordini

Secondo il regolamento dell'ordine dei Periti industriali, l'ordine territoriale può concedere l'esonero formativo su richiesta del professionista, anche se caso in cui quest'ultimo risulti iscritto a più ordini professionali e scegla di osservare l'obbligo imposto da un ordine diverso.

Come presentare richiesta di esenzione temporanea?

La richiesta di esenzione va presentata all'ordine territoriale di competenza compilando un apposito modulo messo a disposizione dal CNPI, che troverete nel link in calce all'articolo. L'OT competente, tuttavia, può decidere di accogliere o meno l'istanza a suo insindacabile giudizio se ritiene che non ci siano gli estremi per concederla (specie nel caso di motivi diversi da quelli previsti). Inoltre, anche dopo la concessione dell'esenzione, l'Ordine Territoriale ha il compito di vigilare su di essa, revocandola qualora vengano a mancare le motivazioni e i requisiti che la rendono leggittima. In ogni caso, la richiesta dovrà contenere:

  • L'anagrafica e i recapiti dell'interessato;
  • La motivazione per cui viene richiesta l'esenzione;
  • L'arco temporale per il quale viene richiesta.

Modulo Esenzione CFP Periti Industriali

Lascia un commento