Accesso/Login Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Autocertificazione crediti formativi per Architetti: Linee guida

Abbiamo spesso parlato dell'ordine professionale degli architetti e del nuovo regolamento che ha fornito le linee guida per la formazione relativa al triennio 2020-2022, che ha visto sia cambiamenti che riconferme per quanto riguarda il numero di crediti formativi da accumulare, le attività da cui essi possono derivare, le modalità e i criteri di attribuzione, le sanzioni. Oggi ci soffermeremo su un argomento strettamente correlato a quelli appena elencati: l'autocertificazione dei crediti formativi.

Definizione e Parametri

L'autocertificazione è la possibilità, prevista per gli architetti, di richiedere all'ordine il riconoscimento dei crediti formativi per lo svolgimento di alcune attività specifiche. Si tratta di un procedimento telematico da effettuare sull'apposita piattaforma im@teria indicando i seguenti parametri per ogni evento per cui si chiede il riconoscimento:

  • tipologia di formazione;
  • durata dell'evento formativo (corso, convegno ecc);
  • materie e tematiche affrontate;
  • modalità di trattazione degli argomenti;
  • qualifica dei relatori;
  • tipologia di materiale distribuito;

L'autocertificazione verrà esaminata dall'ordine entro e non oltre i 60 giorni dall'invio e, nel caso in cui non corrispondesse al vero, il professionista in questione è sanzionabile disciplinarmente dall'ordine ma anche dal Codice Civile per dichiarazione falsa.

Autocertificazione CFP Architetti: Attività Riconosciute

Per quanto riguarda l'autocertificazione, le attività riconosciute sono:

  • Corsi abilitanti e di aggiornamento organizzati da organismi pubblici regionali, statali o comunque da questi accreditati e non organizzati dal sistema ordinistico;
  • Master universitario di primo e secondo livello;
  • assegni di ricerca;
  • dottorato di ricerca;
  • specializzazioni;
  • corsi di perfezionamento universitari;
  • ulteriori diplomi di laurea
  • attività particolari come mostre, fiere, visite ed altri eventi assimilabili;
  • pubblicazioni come monografie, articoli e saggi scientifici o di natura tecnico-professionale;
  • premi e menzioni per la partecipazione a concorsi (anche come a membro di giuria)
  • esercitazioni e mobilitazioni di protezione civile

L'elenco completo delle attività che si possono autocertificare è presente nell'apposita sezione della piattaforma.

Autocertificazione di attività svolte all'estero

L'architetto potrà inviare all'ordine una richiesta di autocertificazione anche per le attività svolte all'estero da istituzioni, enti e soggetti formatori di paesi stranieri, siano essi parte della Comunità Europea che extracomunitari. L'autocertificazione di questo tipo di eventi dovrà essere corredata da tutta la documentazione utile a provare la validità dell'evento, ad esempio:

  • il programma formativo;
  • l'indicazione del soggetto organizzatore;
  • i docenti o gli esperti che hanno tenuto l'evento;
  • l'attestato di frequenza.

L'ordine territoriale potrà richiedere la traduzione di tutta la documentazione.

Autocertificazione dei crediti formativi per eventi già seguiti

Di norma non è possibile richiedere l'autocertificazione dei CFP per eventi già seguiti in passato, eccezion fatta per i seguenti eventi:

  • attività formativa svolta all'estero
  • attività formativa degli enti pubblici nei confronti dei propri dipendenti o dei dipendenti di altri enti pubblici;
  • corsi o seminari organizzati da Enti pubblici di chiara valenza formativa, quali Regioni, ENEA, CNR (inerenti le aree tematiche) e che non abbiano sottoscritto una convenzione con il CNAPPC;
  • corsi o seminari organizzati e accreditati da altri Ordini e Collegi sul territorio nazionale.

Autocertificazione su Im@teria: come effettuarla

Come abbiamo detto in precedenza, la certificazione va effettuata sul portale Im@teria per via telematica.
Il professionista che intende presentare l'istanza di autocertificazione per il riconoscimento dei crediti formativi per le attività di cui sopra dovrà seguire i passi sotto elencati:

  1. accedere al portale immettendo username e password;
  2. cliccare su "Le mie certificazioni" in alto a sinistra nella sezione "Formazione";
  3. cliccare su "Nuova istanza", sempre nella sezione in alto a sinistra;
  4. selezionare "Richiesta crediti con autocertificazione" dal menù "Oggetto";
  5. selezionare la voce relativa all'attività svolta nel menù "Tipologia";
  6. inserire la "data" di svolgimento dell'evento;
  7. inserire dati relativi a "Titolo" e a "Organizzatore";
  8. salvare l'istanza;
  9. procedere con il caricamento della documentazione relativa in PDF;
  10. inviare la richiesta cliccando su "invia certificazione"

Sul portale è prevista la possibilità di monitorare lo stato di avanzamento della pratica, nello specifico sarà possibile visualizzare uno dei seguenti "status":

  • Non inviata
    se la richiesta non è ancora stata inviata
  • Istruttoria in corso
    se la richiesta è stata inviata correttamente
  • Confermata
    dopo che l'istanza viene accettata dalla Segreteria;

Lascia un commento