Accesso/Login Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Cos'è il Certificato di Pagamento, chi lo firma e quando viene rilasciato

All'interno del nostro Corso la Direzione dei lavori viene descritto il certificato di pagamento, necessario ogni qualvolta vengono versate delle somme di denaro all'impresa in corrispondenza di scadenze prestabilite o al raggiungimento di certi importi. Si tratta di pagamenti le cui condizioni e tempistiche sono stabiliti dal contratto, di conseguenza, per gestire la transazione occorre un apposito documento. La normativa fornisce una definizione di tale certificato. Scopriamone di più.

Certificato di pagamento: Cos'è

Per fornire una definizione chiara di certificato di pagamento, partiamo dalla normativa di riferimento disciplinata dal Decreto che fornisce le Linee guida al Direttore dei Lavori, ovvero il DM. 49 del 2018, nel quale si attesta che:

"il direttore dei lavori trasmette immediatamente lo stato di avanzamento al RUP, che emette il certificato di pagamento. Il RUP, previa verifica della regolarità contributiva dell'esecutore, invia il certificato di pagamento alla stazione appaltante per l'emissione del mandato di pagamento; ogni certificato di pagamento emesso dal RUP è annotato nel registro di contabilità."

Da ciò si evince che il certificato di pagamento è lo strumento per mezzo del quale il RUP comunica che si può procedere alla liquidazione dell'importo dovuto all'impresa il relazione allo Stato di Avanzamento dei Lavori.

Quando deve essere emesso il certificato di pagamento

L'emissione del certificato di pagamento è, dunque, correlata allo Stato di Avanzamento dei Lavori che viene emesso dal Direttore dei Lavori e presentato al RUP.

Una volta effettuata la verifica di regolarità contributiva, il RUP ha tempo 7 giorni dalla ricezione del SAL per emettere il certificato di pagamento, annotarlo nel registro di contabilità e, successivamente, farlo pervenire alla stazione appaltante.

A quel punto sarà quest'ultima ad occuparsi dell'emissione del mandato di pagamento in favore dell'appaltatore in un arco di tempo che non deve superare i 30 giorni dalla ricezione del certificato.

Chi Firma il certificato di pagamento?

Ogni certificato di pagamento emesso e firmato dal Responsabile Unico del Procedimento, al Direttore dei Lavori, invece, spetta soltanto il compito di certificare la copertura assicurativa antinfortunistica dei lavoratori.

Allegati al certificato di Pagamento

Al momento dell'emissione, ci sono diversi documenti che è necessario allegare al certificato di pagamento, ecco quali sono e quando allegarli

Documento Quando allegarlo
copia del Verbale di Consegna all'invio del primo certificato di pagamento
copia del Certificato di Ultimazione all'invio dell'ultimo certificato di pagamento
Stato di avanzamento dei lavori all'invio di ciascun certificato di pagamento
Corso per il direttore dei lavori con CFP

Cosa succede in caso di Irregolarità contributiva?

Come abbiamo visto, il presupposto per l'emissione del Certificato è la verifica da parte del RUP della regolarità contributiva dell'impresa, ovvero il controllo del DURC (Documento di regolarità contributiva). L'articolo 30 comma 5 del Codice degli appalti, contiene la procedura da seguire nel caso in cui, a seguito di tale verifica, emergano irregolarità dovute ad inadempienze contributive.

In casi del genere la Stazione appaltante deve trattenere dal certificato di pagamento "l'importo corrispondente all'inadempienza er il successivo versamento diretto agli enti previdenziali e assicurativi".
Successivamente, sull'importo netto progressivo delle prestazioni verranno effettuate delle trattenute dello 0,50%, le quali potranno essere svincolate alle seguenti condizioni:

  • soltanto in sede di liquidazione finale;
  • soltanto dopo l'approvazione del certificato di collaudo o della verifica di conformità;
  • previo rilascio del DURC.

Lascia un commento