Accesso/Login Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Quanto guadagna un architetto in Italia e all'estero

In quest'articolo capiremo a quanto ammonta la retribuzione media di un architetto in Italia. A riguardo ci soffermeremo anche sui diversi guadagni che tale figura riceve negli altri Paesi europei e non solo.

Professione architetto: il mercato del lavoro in italia

La professione di architetto oggi, in Italia, non è più redditizia come qualche anno fa. Il continuo mutamento del mercato del lavoro unitamente alla crisi del settore edilizio hanno trasformato la figura dell'architetto in una professione difficile e meno remunerativa rispetto al passato.

Inoltre, i tanti liberi professionisti che operano come architetti e il numero crescente di neolaureati hanno determinato un netto calo della media stipendi. Le opportunità lavorative sono diminuite ed entrare in tale ambiente è diventato difficile. A livello statistico, poi, l'Italia è il paese europeo con il più alto numero di architetti in attività ma che si colloca tra le ultime posizioni in Europa per reddito generato da tale figura.
VEDI ANCHE: Come diventare architetto

Quanto guadagna un architetto in Italia

Gli introiti di un architetto variano in base alle posizione lavorativa. Un neo laureato in architettura, all'inizio della propria carriera professionale, percepisce in media uno stipendio mensile che varia dagli 800 ai 1000 euro. Se consideriamo l'esperienza maturata negli anni, la retribuzione può arrivare anche fino ai 1300 euro al mese.

Il guadagno di un architetto libero professionista, e non quindi da dipendente, può oscillare tra le poche migliaia di euro fino ad oltre 5000 euro mensili. Tuttavia un aspetto da non sottovalutare sono le uscite derivanti dalla professione; gli architetti liberi professionisti infatti devo adempiere ad alcuni oneri come l'iscrizione e il rinnovo all'Ordine professionale, il pagamento dell'IVA e la costante formazione obbligatoria prevista dalla normativa in materia.

Ovviamente tali cifre possono aumentare. Un discreto studio di architetto può fatturare ogni anno anche più di un milione d'euro. In questo caso tuttavia entrano in gioco altre variabili come il numero dei clienti, la competenza etc. Quando si parla di grandi opere , per esempio, vengono impiegato interi studi di architettura con contratti da centinaia di migliaia di euro. Più grande ed impegnativa è l'opera da progettare, più architetti ci vorranno per progettare il tutto, più il prezzo lieviterà.

Quanto guadagna un architetto all'estero

Nel panorama estero la professione di un architetto è senza dubbio più valorizzata rispetto al nostro Paese. Ecco il motivo per cui ogni anno molti neo laureati, ma anche professionisti già avviati, decidono di spostarsi e svolgere la propria attività all'estero.

In Svizzera, un giovane architetto tirocinante può guadagnare anche 25mila euro l'anno. Alla sua prima esperienza, un architetto laureato riceve uno stipendio annuo di circa 55mila euro. Cifra che raggiunge quota 77mila euro circa, nel caso di un architetto professionista, con esperienza.

Anche in America, gli architetti percepiscono uno stipendio tra i 70mila e gli 80mila euro annui. La media stipendio in questi casi è considerata medio-bassa, con circa 6mila euro mensili.

Inferiore la media in Germania, con uno stipendio che si aggira intorno ai 1500 euro. Un architetto professionista può invece arrivare a guadagnare tra i 2800 e i 3500 euro al mese.

In Inghilterra lo stipendio di un architetto varia tra i 15mila e i 20mila euro annui, per una prima esperienza, toccando in seguito quote dai 21mila ai 28mila euro. Un architetto con esperienza può invece guadagnare anche 45mila euro all'anno.

Commenti

  • Dario 30/04/2021 - 09:54

    Buongiorno.sono architetto dario mogrian.le questione molto interessante ..grazie

    Rispondi

Lascia un commento