Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Iscrizione all'albo degli ingegneri: come funziona?

Al termine di un percorso di studi in ingegneria, che sia esso triennale o quinquennale, per esercitare la professione di ingegnere in maniera regolare è obbligatorio iscriversi all'albo del CNI. Ma quali sono i requisiti che bisogna avere per iscriversi? come funziona la procedura di iscrizione? A quale sezione dell'albo bisognerà iscriversi? Risponderemo a queste ed altre domande nella nostra apposita guida all'iscrizione all'albo degli ingegneri.

Iscrizione all'albo degli ingegneri: Requisiti

Partiamo elencando i requisiti necessari di cui tutti gli aspiranti ingegneri devono essere in possesso per effettuare l'iscrizione all'albo:

  1. Titolo accademico di Dottore in Ingegneria;
  2. Titolo di abilitazione allo svolgimento della professione (ottenuto con il superamento dell'esame di stato);
  3. Pieno godimento dei diritti civili;

Inoltre, all'atto dell'iscrizione bisognerà dichiarare di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti pendenti ai sensi della normativa in vigore.

Iscrizione all'albo degli ingegneri: esame di stato

Tra i requisiti abbiamo citato l'abilitazione alla professione che si acquisisce sostenendo l'esame di stato in ingegneria che si svolge ogni anno in sessioni separate, una prevista intorno al mese di giugno e una a novembre. Sia nella prima che nella seconda sessione si prevedono prove diverse per gli ingegneri in base al livello del loro titolo di studio, ovvero:

  • Laurea Triennale;
  • Laurea Specialistica.

In base a questa distinzione per titoli di studio cambierà anche la sezione di iscrizione all'albo.

Iscrizione all'albo degli ingegneri: Sezione A o Sezione B?

Per quanto riguarda i percorsi da intraprendere per l'iscrizione all'albo degli ingegneri, il livello del proprio titolo di studio è determinante per la sezione dell'albo in cui si verrà inseriti. L'albo professionale è infatti diviso in due sezioni:

Sezione Titolo Denominazione Iscritti
Sezione B Laurea Triennale Ingegnere di livello 1
Sezione A Laurea Specialistica/Magistrale Ingegnere di livello 2

Inoltre, ciascuna delle due sezioni è divisa a sua volta in 3 settori:

  1. Ingegneria Civile e Ambientale;
  2. Ingegneria Industriale;
  3. Ingegneria dell'Informazione.

L'accesso ai settori è strettamente vincolato al titolo di studio e al percorso formativo effettuato, questo non permette ad un professionista iscritto ad un settore, ad esempio quello Industriale, di esercitare le competenze di natura riservata agli iscritti al settore dell'Informazione o civile ed ambientale. In ogni caso, previo possesso dei requisiti, è possibile iscriversi a più settori della stessa sezione.

Albo degli ingegneri: come iscriversi?

Per iscriversi all'albo degli ingegneri il candidato dovrà presentare all'ordine provinciale di competenza una domanda firmata e redatta in carta da bollo, alla quale bisognerà allegare:

  1. dichiarazione sostitutiva di certificazioni;
  2. ricevuta di versamento per la tassa di concessione governativa;
  3. ricevuta di versamento del contributo d'iscrizione;
  4. codice fiscale e documento di riconoscimento (fotocopie).

Iscrizione all'albo degli ingegneri: vantaggi

Iscriversi all'albo del CNI ha, chiaramente, dei vantaggi per il professionista, primo fra tutti la possibilità di esercitare la professione in maniera regolare. Inoltre, ci sono delle mansioni il cui svolgimento è subordinato all'iscrizione, ovvero:

  1. Progettazione e direzione di lavori di costruzioni civili e industriali;
  2. Progettazione e direzione di lavori relativi ad impianti e strutture;
  3. Collaudo di costruzioni e impianti;
  4. Richiesta di Concessioni Edilizie e D.I.A.;
  5. Ricoprire il ruolo di CTU.

Iscrizione all'albo degli ingegneri: costi

I costi dell'iscrizione variano in base all'ordine territoriale a cui ci si intende iscrivere e in base al mese in cui si fa domanda di iscrizione. Inoltre, influiscono sul costo alcune agevolazioni previste per:

  • neolaureati con meno di 35 anni;
  • donne in attesa;
  • ultra settantenni.

In generale il costo è composto da:

  1. tassa di concessione governativa di 168,00 € (uguale per tutti);
  2. quota di iscrizione che variano da 0 a 240,00 €

Lascia un commento