Telefono: (+39)092445834

Chi è il CTU? Come diventare Consulente Tecnico d'Ufficio

Ecco info utili per diventare CTU, scopri le procedure e i requisiti per iscriversi all’albo

Chi è il CTU? Come diventare Consulente Tecnico d'Ufficio

Il Consulente Tecnico d'Ufficio o CTU rappresenta una figura professionale indispensabile, che relaziona su questioni di svariata natura. Scopri tutto su requisiti, obblighi, compenso e procedura d'iscrizione all'Albo CTU dei Tribunali.

Cos'è il CTU? O meglio, chi è?

Il Ctu è un Consulente Tecnico, un professionista che, grazie alle sue comprovate capacità professionali, certificate dall'iscrizione in determinati albi e/o ordini professionali (ingegneri, architetti, periti, geometri), svolge mansioni come ausiliare del giudice.
Nominato dunque dal Giudice, il suo compito è quello di fornire risposte tecniche, esaurienti e sintetiche per agevolare il giudice nella decisione finale.
Intraprenderne la carriera e formarsi nella valutazione di stime e consulenze tecniche costituisce un'importante specializzazione per il professionista che è interessato all'acquiszione di questa e all'abilitazione della professione di CTU.
Si tratta di un perito che quando richiesto dal giudiche appronta perizie tecniche e valutative in merito alle discipline di cui è esperto. Lo scopo è appunto fornire un parere tecnico al giudice sopportandolo nella fase decisionale.

Come si diventa CTU: i requisiti per l'iscrizione all'albo

Questa è la principale domanda che molti professionisti si chiedono come poter diventare consultente tecnico, entrando a far parte del relativo Albo d'Iscrizione.
Ecco come si diventa CTU e chi può iscriversi all'Albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio:

  • chiunque abbia competenza specifica in un determinato ambito tecnico, iscritto al relativo Ordine Professionale;
  • il professionista che abbia la preparazione e i titoli idonei ad effettuare l'attività di consulente, certificata da corsi specializzati nella formazione.
  • Numerosi sono i corsi dedicati alla formazione di questa figura professionale di prestigio. Per quanto possa apparire complesso, il lavoro del ctu consente al professionista di esprimere e mettere in pratica le competenze acquisite nel tempo.
  • Tramite il corso per diventare ctu, si apprende il modus operandi, nonchè si impara ad utilizzare gli strumenti del mestiere, che faranno da 'mezzo' per applicare le capacità e le conoscenze professionali.

N.B.: Gli aspiranti CTU appartenenti a categorie non sono organizzate in ordini o collegi professionali, devono effettuare l'iscrizione all'albo dei Periti e degli Esperti tenuto dalla Camera di Commercio.

Lavorare come Consulente Tecnico in Tribunale: come funziona

La figura professionale del Consulente Tecnico d'Ufficio viene scelta dal Giudice per le procedure, sia civili che penali, e si propone di effettuare perizie, stime e valutazioni, molto spesso anche consulenze tecniche. Presso tutti i Tribunali viene istituito un apposito Albo destinato ai CTU del Giudice. Tale albo consiste in uno specifico registro contenente i nominativi di quei soggetti aventi capacità professionali tali da poter svolgere l'attività di consulenti incaricati direttamente dal Giudice al fine di effettuare diversi compiti specifici, quali: stime, valutazioni e consulenze tecniche.
In linea generale, il Presidente del Tribunale è il responsabile del registro contenente i nominativi dei CTU e presiede il Comitato deputato a deliberare sulle ammissioni all'albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio. Il ruolo del Presidente del Tribunale è fondamentale nelle attività di vigilanza rivolte ai CTU. Esso infatti, nell'esercizio delle sue funzioni, può intraprendere provvedimenti disciplinari nei confronti dei Consulenti Tecnici d'Ufficio che non abbiano adempiuto agli obblighi relativi ai propri incarichi o che abbiano una condotta morale o professionale non idonea.

Quanto si guadagna: compensi e tariffe

Per ciò che concerne il compenso, le tariffe vengono disciplinate dalla L. 319/1980 e nello specifico dall'art. 4.
Tale onorario, a seconda delle titologie di consulenze, potrebbe essere a tempo, fisso o variabile, e viene calcolato dal giudice in base alla consulenza tecnica prestata, l'onorariofisso o variabile potrebbe essere calcolato con un aumento fino al 20% in caso in cui il giudice con decreto dichiara l'urgenza della consulenza.
Possiamo comunque affermare che gli onorari variano dalle 150 euro per le consulenze più semplici a cifre pari a 5000 euro in caso di stime e/o valutazioni di materia idrogeologica e geologica.
Per maggiori informazioni sugli onorari potete consultare la tabella dei compensi!

Iscrizione all'Albo: procedura, documenti necessari e obblighi

I professionisti che intendono iscriversi all'Albo dei CTU, devono presentare richiesta al Presidente del Tribunale della circoscrizione in cui il candidato ha la residenza o il domicilio professionale.
Ricorda: la preparazione e la formazione in questo campo, così delicato e complesso, sono fondamentali. Per questo motivo la frequentazione di corsi su come diventare ctu è fortemente consigliata, anche per ottenere con più probabilità l'accettazione della domanda d'iscrizione da parte del Presidente del Tribunale.
I professionisti che intendo richiedere l'iscrizione all'albo dei CTU devono:

  • presentare domanda online;
  • una volta effettuata la procedura online, gli aspiranti CTU dovranno stampare la domanda presentata online, allegarla ad apposita marca da bollo di 16 Euro prima di depositare l'istanza di iscrizione;
  • nel caso di accoglimento da parte del Presidente del Tribunale della richiesta d'iscrizione all'Albo, il professionista dovrà provvedere al pagamento di 168 Euro da effettuare mediante bollettino postale sul c.c. n. 8003, intestato all'Agenzia delle Entrate- Centro Operativo di Pescara- tasse di concessione governative. Il mancato pagamento della tassa preclude l'effettiva iscrizione all'albo dei consulenti (art. 13 del D.P.R. 26/10/1972 n.641).

I documenti ed i dati da raccogliere, per espletare correttamente la procedura e da presentare all'atto dell'iscrizione, sono:

  • dichiarazione di iscrizione all'ordine professionale o alla Camera di Commercio;
  • l'indicazione della Categoria e della specialità prescelte;
  • fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
  • curriculum vitae sottoscritto dal professionista aspirante CTU;
  • indirizzo email e PEC;
  • titoli e documenti dimostranti le competenze tecnico-professionali dell'aspirante CTU

In ottemperanza di quanto stabilito dall'art. 15 delle Disp. Att. Del C.P.C, è importante ricordare che vige l'obbligo della incompatibilità della doppia iscrizione a due o più albi di differenti circoscrizioni: nessuno può iscriversi in più di un Albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio, tutti i CTU devono essere iscritti all'albo del Tribunale competente nel comune di residenza o domicilio professionale.
Una volta accolta l'iscrizione del CTU da parte del Presidente del Tribunale, il professionista ha l'obbligo di comunicare, nel più breve tempo possibile, l'eventuale interruzione dell'attività professionale o il cambiamento del recapito telefonico e l'indirizzo.