Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Capitolato d'appalto: Cos'è, a cosa serve, chi lo redige

Ecco una guida rapida in cui approfondiremo il Capitolato d'appalto, indicando cos'è, chi lo redige, quando serve e, soprattutto, facendo le dovute differenze tra le sue due diverse tipologie in termini di caratteristiche e contenuti.

Capitolato d'appalto: cos'è?

Il Capitolato d'Appalto è un documenti di natura tecnico-amministrativa che, di norma, viene allegato ad un contratto d'appalto con lo scopo di regolare il rapporto e l'interazione tra committente ed appaltatore. Al suo interno vengono descritte:

  1. le caratteristiche dell'opera in maniera dettagliata;
  2. gli obblighi e i diritti delle parti;
  3. le tecniche di costruzione a cui si fa ricorso;
  4. i materiali utilizzati;
  5. eventuali bisogni dell'opera;
  6. qualsiasi altra informazione rilevante circa il servizio o la fornitura prestata.

Capitolato d'appalto: Le due tipologie

Esistono ben 2 tipologie distinte di Capitolato di Appalto, esse sono:

  1. Capitolato Generale d'Appalto;
  2. Capitolato Speciale d'Appalto.

Di seguito andremo a descrivere entrambe le tipologie indicando le loro caratteristiche peculiari.

Cos'è il Capitolato Generale d'Appalto e a cosa serve

Il Capitolato Generale è obbligatorio solo per gli appalti affidati alle pubbliche amministrazioni, come ad esempio i lavori edili. La sua struttura è uniformata su tutto il territorio nazionale ed è disciplinata dal D.M. n. 145/2000.
Esso si suddivide nei seguenti sei Capi:

  1. Capo I: aggiudicazione dei lavori;
  2. Capo II: esecuzione dei lavori;
  3. Capo III: pagamenti all'appaltatore;
  4. Capo IV: collaudo;
  5. Capo V: disposizioni su eventuali scioglimenti del contratto;
  6. Capo VI: definizione di eventuali controversie.

Cos'è il Capitolato Speciale d'Appalto e a cosa serve?

Il Capitolato speciale, anche se viene sempre redatto per gli appalti pubblici, può essere utilizzato anche per disciplinare i rapporti tra impresa e privati e va realizzato con uno schema che di solito prevede elementi di carattere amministrativo e tecnico:

  1. Oggetto dell'appalto;
  2. Stima dei costi;
  3. Caratteristiche tecniche;
  4. Specifiche amministrative;
  5. Tempi di realizzazione;
  6. Eventuali penali;
  7. Modalità in cui i lavori verranno contabilizzati (a corpo, a misura o in economia).

Capitolato d'appalto: gli allegati

Ci sono dei documenti da allegare al capitolato d'appalto affinchè esso sia valido e sono:

  • Progetto esecutivo delle opere;
  • Computo metrico dei lavori;
  • Contratto di appalto;
  • Elenco dei prezzi unitari applicabili in caso di lavori in variante rispetto al progetto iniziale.

Capitolato d'appalto: chi lo redige e perché?

La redazione del Capitolato d'appalto è un compito del progettista dei lavori in modo variabile in base alla natura dell'opera da realizzare e, una volta redatto, è consigliabile che venga firmato da entrambe le parti in tutte le sue pagine. Ma la vera domanda è, perché redigere un capitolato d'appalto per lavori privati se questi, da normativa, sono obbligatori solo per i lavori pubblici?

La risposta è semplice, ed è perché un documento così costituito diviene uno strumento di garanzia con cui il committente si assicura che i lavori dell'impresa saranno eseguiti a regola d'arte e nei tempi pattuiti, inoltre, grazie alla redazione del capitolato d'appalto, ci si potrà tutelare nel caso si presentino eventuali controversie legali.

Lascia un commento