Telefono: (+39)092445834

Le figure di Pes, Pav e Pei nei lavori elettrici: nomina, requisiti e formazione

Scopri quali sono le qualifiche dei professionisti che svolgono lavori sotto tensione o esposti al rischio elettrico

Le figure di Pes, Pav e Pei nei lavori elettrici: nomina, requisiti e formazione

Il D.Lgs. 81/08 stabilisce che per svolgere i vari tipi di lavori elettrici occorra un personale qualificato e informato sui pericoli derivanti dal rischio elettrico, in possesso di tutti i requisiti per svolgere mansioni sotto tensione.
A seconda del loro grado di competenza queste figure professionali vengono indicate con le sigle PES, PAV e PEI, scopriamo insieme quali sono i loro compiti e le differenze.

Definizione di Pes, Pav e Pei: chi sono

Come detto in precedenza sono figure coinvolte, in base al loro grado di qualifica, nello svolgimento di mansioni e lavori esposti al rischio elettrico, nello specifico:

  • la sigla PEI individua la Persona Idonea a svolgere lavori sotto tensione;
  • la sigla PES individua la Persona Esperta e responsabile dei lavori elettrici;
  • la sigla PAV individua la Persona Avvertita su come evitare pericoli derivanti dai rischi elettrici;

Quali lavori elettrici svolgono

Bisogna innanzitutto definire le 3 diverse categorie di lavoro elettrico, e sono divise nel seguente modo:

  • lavori sotto tensione,
    ovvero eseguiti su parti attive di impianti elettrici sotto tensione, come i quadri elettrici ad esempio;
  • lavori in prossimità di tensione,
    ovvero eseguiti entro una certa distanza dalle parti attive di impianti elettrici in tensione;
  • lavori fuori tensione,
    ovvero eseguiti su quadri parti di impianti elettrici a cui viene tolta tensione durante lo svolgimento del lavoro;

Detto questo vediamo nello specifico quale lavoro possono svolgere Pes, Pav e Pei:

  • PES
    in qualità di persona dotata di conocenze tecnico-teoriche è in grado di analizzare e valutare i rischi derivanti dall'elettricità ed esegire lavori fuori tensione e in prossimità;
  • PAV
    in qualità di persona messa a conoscenza dei rischi elettrici può svolgere lavori fuori tensione e in prossimità di tensione, a patto che venga istruita, assistita o supervisionata da una PES;
  • PEI
    in qualità di persona in possesso di tutti i requisiti necessari, può svolgere ogni tipo di lavoro elettrico, compresi quelli sotto tensione;

Attribuzione delle qualifiche PES, PAV, PEI: nomina e requisiti

Secondo quanto sancito dalla normativa CEI 11-27, all'interno dell'azienda l'assegnazione del ruolo di PES o PAV e PEI è di esclusiva competenza del datore di lavoro.
La nomina di PES e PAV avviene tramite un atto ufficiale fatto per iscritto e firmato per accettazione dal lavoratore a cui viene assegnato uno dei suddetti ruoli.
Il datore di lavoro valuta l'idoneità del dipendente a ricoprire quelle mansione basandosi su elementi come:

  • Il tipo di diploma;
  • l'attestato di formazione;
  • l'esperienza diretta in materia;

Per essere nominato PEI, invece, il lavoratore deve ricevere una formazione specifica che può avvenire nei seguenti modi:

  • Frequentando un Corso di Formazione apposito;
  • Tramite la "formazione per affiancamento", in cui il lavoratore riceve un addestramento sul campo da una PEI già in essere o dal datore di lavoro stesso, qualora sia competente.

I Corsi di Formazione contro il Rischio Elettrico

Come ricordato più volte all'interno dell'articolo, le uniche persone che possono ricoprire i ruoli di PES, PAV e PEI sono quelle in possesso dei requisiti necessari in termini di conoscenze teoriche e competenze tecniche, e uno dei modi per certificarle è l'attestato ottenuto dopo aver superato il quiz finale dei corsi di formazione specifici.
Si tratta di corsi formativi per operatori elettrici divisi in moduli che puntano a mettere i discenti a conoscenza di tutto quello che è necessario per lo svolgimento dei lavori fuori, in prossimità e sotto tensione.
L'erogazione di tali corsi è prevista e disciplinata dal D.Lgs. 81/08, che stabilisce che abbiano una durata di 16 ore, durante le quali vengono affrontate tutte le tematiche relative al rischio elettrico, a come operare in presenza di esso e quali sono le misure e i dispositivi di sicurezza individuale da adoperare.
L'attestato ricevuto una volta superato l'esame andrà rinnovato con scadenza quinquennale, frequentando appositi corsi di aggiornamento della durata di 8 ore.