Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Layout di cantiere: cos'è, chi lo redige e cosa contiene

Tra gli elaborati grafici a corredo della documentazione relativa all'organizzazione e alla gestione dei lavori in sicurezza all'interno di un Cantiere figura il cosiddetto Layout di Cantiere. Ma cos'è nello specifico? a cosa serve? quali elementi deve contenere e perché è così importante per lo svolgimento dei lavori? Continuando a leggere il nostro breve articolo guida lo scoprirete.

Layout di Cantiere: cos'è?

Il significato del termine layout in inglese è "disposizione" e, in ambito lavorativo, lo si usa per definire lo schema che contiene le istruzioni per svolgere una determinata lavorazione. Si tratta di un elaborato grafico, ovvero di un disegno contenente la documentazione tecnica relativa allo svolgimento dei lavori che serve ad organizzare le aree del cantiere disponendole nel modo più adatto a garantire sia la funzionalità delle aree stesse che la sicurezza dei lavoratori durante lo svolgimento delle loro mansioni, poiché serve anche ad individuare tutte le diverse tipologie di rischio presenti nelle diverse zone, dai mezzi in movimento, alla disposizione degli impianti, fino alla presenza di eventuali carichi sospesi. La configurazione sua configurazione, quindi, deve cambiare in funzione dell'opera da svolgere, dal luogo in cui si effettuano i lavori e dalla loro complessità.

Layout di Cantiere: Chi lo redige

Per essere valido e regolare il Layout deve essere redatto e firmato dal Coordinatore per la Sicurezza che, nel farlo, deve tenere conto di tutti gli elementi che contraddistinguono il cantiere. Sul coordinatore ricadrà anche l'obbligo e la responsabilità di far rispettare il suo contenuto al fine di salvaguardare la salute dei lavoratori coinvolti. Una volta redatto il Layout di Cantiere deve essere approvato dal Committente e dall'impresa esecutrice ed, in fine, deve essere allegato al Piano di sicurezza. Il Layout di cantiere non è un documento statico, ma può subire modifiche durante l'avanzamento dei lavori in cantiere.

Layout di cantiere: contenuti

Nel layout di cantiere è fondamentale che ci sia la planimetria del cantiere che, di solito, è realizzata in scala 1:200 o 1:100. All'interno della planimetria devono essere indicate:

  1. Le linee di viabilità interne ed esterne del cantiere;
  2. Le vie d'accesso al cantiere;
  3. Le aree di carico, scarico e stoccaggio dei materiali;
  4. Le aree destinate ai baraccamenti
  5. Le aree destinate all'istallazione delle varie attrezzature;
  6. Le aree interessate da scavi;
  7. La disposizione degli impianti elettrici e idrici;
  8. Le reti interne al Cantiere per l'adduzione e lo scarico di acqua, energia elettrica, fognatura, etc.
  9. Le postazioni di lavoro all'esterno;
  10. Le aree destinate all'istallazione delle varie attrezzature;
  11. Gli eventuali punti di allaccio ai pubblici servizi;
  12. Le recinzioni.

Layout di Cantiere e POS

Come abbiamo anticipato, il coordinatore deve allegare il Layout di Cantiere al Piano Operativo di Sicurezza o POS, questo perché le disposizioni contenute in esso riguarderanno tutti i lavoratori, le imprese e gli individui che si trovano ad accedere alla zona per tutto il periodo necessario allo svolgimento dei lavori. La sua presenza all'interno del POS ribadisce la necessità e l'obbligo di rispettare i contenuti e le disposizioni del Layout di cantiere per tutte le ditte e i lavoratori autonomi presenti, pena l'esclusione dal cantiere. Per assolvere al meglio a questa funzione, il Layout di cantiere dovrà definire:

  1. modalità organizzative del coordinamento tra i vari soggetti coinvolti;
  2. modalità di valutazione delle misure preventive e protettive;
  3. modalità di comunicazione tra i soggetti;
  4. individuazione dei rischi e delle criticità.

Lascia un commento