Telefono: (+39)092445834

Cos'è un impianto domotico? Come funziona, chi lo installa, costi e benefici

Scopri le caratteristiche di un impianto domotico, chi lo installa e quali sono i vantaggi in termini di comfort e risparmi che ne hanno favorito lo sviluppo

Cos'è un impianto domotico? Come funziona, chi lo installa, costi e benefici

È un dato di fatto incontrovertibile, la tecnologia e il suo crescente sviluppo sono i veri protagonisti della nostra epoca. I passi da gigante compiuti nel campo delle scoperte tecniche e scientifiche hanno reso molti fattori della nostra vita più automatizzati, più interconnessi, più smart insomma. A tal proposito, avete mai sentito parlare di domotica? Scopriamo insieme la definizione del termine domotica, i suoi vantaggi, e come progettare un impianto domotico e quanto costa costruirlo al giorno d'oggi.

Cos'è la Domotica: Ecco la definizione

L'origine etimologica della parola deriva dall'unione del termine latino 'domus', casa, con il suffisso greco 'ticos', che indica le discipline di applicazione.
La domotica, quindi, è quella disciplina che si occupa dello studio e dell'applicazione delle tecnologie volte a ottimizzare la qualità della vita nelle nostre case rendendole più smart per mezzo di appositi sistemi di automazione domestica: gli Impianti Domotici.

Impianto Domotico: Funzionamento e Applicazioni

L'impianto domotico per uso abitativo è quel sistema strutturale e funzionale che consente l'impiego di tecnologie e dispositivi adatti tramite i quali l'utente attiva e gestisce, anche a distanza, l'automazione degli impianti di casa. Le sue principali applicazioni sono le seguenti:

  • Illuminazione: possibilità di gestire accensione, spegnimento, regolazione delle luci in funzione della presenza di qualcuno nell'ambiente;
  • Controllo carichi di corrente: possibilità di monitorare e gestire i carichi di corrente in funzione del risparmio energetico e della prevenzione di blackout da sovraccarico;
  • Termoregolazione e riscaldamento: possibilità di regolare la temperatura in ogni parte dell'abitazione;
  • Apertura e Chiusura di Porte: possibilità di automatizzare l'apertura e la chiusura di porte, cancelli, tende, tapparelle e simili;
  • Diffusione sonora: possibilità di gestire la diffusione dell'audio e le sorgenti sonore;
  • Videofonia: possibilità di comunicare con l'esterno dell'abitazione o effettuare chiamate intercomunicanti da una stanza all'altra;
  • Irrigazione giardino: possibilità di automatizzare l'irrigazione del giardino in base agli orari o ai sensori di umidità e pioggia;
  • Sistema allarme: i sistemi di allarme domotici sono in grado di rilevare fughe di gas, presenza di fumo o allagamento, di mettere in sicurezza l'ambiente chiudendo le elettrovalvole e inviare la segnalazione con un sms;
  • Sicurezza e Videosorveglianza: possibilità di monitorare internamente ed esternamente la casa in tempo reale;
  • Controllo di elettrodomestici: sarà possibile anche settare, programmare o controllare a distanza le funzioni di elettrodomestici come ad esempio la lavatrice;

Tutte queste funzioni possono essere attivate da dispositivi, come telecomodandi, comandi vocali, pulsanti e app per lo smartphone, che azionano la funzione desiderata. L'impianto della casa domotica, ormai autonomo risponderà alle richieste tramite la centralina di controllo e sistemi interconnessi ad essa e tra di loro grazie a protocolli wireless.

Impianto tradizionale o impianto domotico integrato? Ecco pro e contro

L'idea di rendere più smart la vostra casa tramite l'integrazione di un sistema domotico vi alletta? State già pensando di sostituire o integrare il vostro impianto tradizionale per adeguarvi ai nuovi standard tecnologici? Prima di effettuare questa scelta impegnativa sarebbe saggio soffermarsi a valutare nel dettaglio i pro e i contro.
Ecco i vantaggi di un impianto domotico :

  • risparmio sui consumi grazie alla gestione ottimale delle diverse fonti energetiche;
  • interfacce "user friendly" studiate apposta per facilitare l'interazione gli impianti;
  • controllo totale sugli ambienti interni ed esterni della casa tramite un pannello touch screen;
  • possibilità di controllo a distanza tramite tablet o smartphone;

Ecco invece i suoi svantaggi:

  • il costo elevato dell'installazione o integrazione di questi impianti innovativi.
  • è una tecnologia che, purtroppo, ancora non tutti gli installatori conoscono e sono in grado di gestire.

C'è da dire che il secondo svantaggio legato al grado di conoscenza e competenza in materia andrà gradualmente a scomparire, l'enorme mole di richiesta di istallazioni di impianti domotici ha spinto professionisti come architetti, ingegneri, geometri, ad aggiornare le loro competenze e adeguarle ai nuovi standard tecnologici tramite corsi di formazione in domotica.

Costo e prezzi di un impianto di domotica: simuliamo un preventivo

Innanzitutto occorre premettere che la presenza di un impianto domotico aumenta il valore immobiliare della nostra casa.
Il prezzo e la spesa derivano certamente:

  • Dal tipo di impianto che desideriamo e dalla prestazioni che vogliamo ottenere: fai da te, di base o avanzato;
  • Dall'estensione in metri quadrati, dalla quantità di sistemi che vogliamo coinvolgere e dal numero di stanze da implementare;
  • Inoltre, dipenderà anche dal consulente scelto per la realizzazione e l'installazione.

Per un impianto domotico di base di 70mq circa prospettiamo un costo di 7.000€: qui il costo maggiore è dovuto al sistema elettrico (5.000€), in quanto dispositivi e configurazione ammontano invece a 2.000€ cumulativi.