Telefono: (+39)092445834

Corso Addetto Antincendio: quando è obbligatorio e aggiornamento periodico

L’addetto al servizio antincendio è fondamentale per la sicurezza aziendale, scopri come avviene la nomina e la formazione

Corso Addetto Antincendio: quando è obbligatorio e aggiornamento periodico

Gli addetti al servizio d'emergenza antincendio sono figure importantissime per la sicurezza in tutte le aziende. Scopriamo quando vige l'obbligo di formazione e di aggiornamento per gli addetti nominati dal datore di lavoro o dal dirigente, secondo la normativa vigente.

Obbligo di nomina e normativa: il datore di lavoro

Secondo il Testo Unico sulla Sicurezza, cioè il D.lgs. 81/2008, la nomina da parte del datore di lavoro o del dirigente di un lavoratore incaricato della sicurezza antincendio è obbligatoria per tutte quelle imprese ed aziende con più di 5 impegati.
Se invece i lavoratori presenti arrivano ad un massimo di 5, le mansioni dell'addetto antincendio possono essere tranquillamente svolte dal datore di lavoro stesso.
Non bisogna però fare confusione con l'obbligo di regidere e rispettare il Piano di Emergenza: questa prescrizione riguarda infatti le imprese con almeno 10 unità lavorative impiegate. Anche con meno di 10 dipendenti impiegati, quindi, vige l'obbligo di indicare il resposabile alla lotta contro gli incendi.
Tutto dipende quindi dalle caratteristiche interne alla specifica realtà lavorativa:

  • Numero di dipendenti
  • Valutazione del rischio effettivo in base alla tipologia di lavoro e attività svolte
  • Numero di postazioni e macchinari impiegati

Sulla base di queste valutazioni si predisporrà il livello di competenze che l'incaricato dovrà ottenere: se per far fronte, quindi, ad un rischio basso, medio o alto. Compito del datore di lavoro è quello cioè di formare una squadra di emergenza incendi.

Corsi per Addetto Antincendio: obblighi e spese di formazione

Una volta incaricato e nominato dal suo datore di lavoro, l'addetto al servizio d'emergenza antincendio dovrà correttamente formarsi per far fronte all'incarico di responsabilità ricevuto. Le spese di formazione saranno certamente a carico dell'azienda, in quanto, lo stesso Testo Unico della Sicurezza, impone al datore di lavoro o al dirigente, l'obbligo di formare a dovere il personale in materia di sicurezza a tutto tondo.
Per restare in regola con la Legge e per completare al meglio la formazione dell'Addetto Antincendio serve frequentare un corso per addetto antincendio, come ad esempio il corso online riconosciuto per Addetto Antincendio - Rischio Basso, che fornisce le dovute competenze sulle tecniche e gli strumenti utili nella gestione e prevenzione degli incendi sul luovo di lavoro. I moduli didattici del corso devono prevedere come temi: servizio d'emergenza antincendio, prevenzione e lotta antincendi, metodi di evacuazione dei dipendenti in caso di gravi pericoli.

Aggiornamento obbligatori per addetti antincendio

É inoltre obbligatorio superare dei percorsi formativi inerenti l'aggiornamento, con cui verranno integrate e rinnovate le conoscenze teoriche ma pure le capacità tecnico-pratiche dell'addetto che ha la resposabilità di sovrintendere alla sicurezza antincendio.
Nel dettaglio dovrà aggiornare le compteenze ogni 3 anni, tramite specifico corso di aggiornamento, che, oltre a rinnovare le precedenti competenze acquisite, provvedere ad informare e formare l'addetto sulle novità normative e strumentali.
Naturalmente è possibile aumentare il livello di formazione, dal basso, al medio a quello alto. Ed è altrettanto ovvio che l'aggiornamento dovrà rigurdare l'ultimo livello raggiunto: se si è superato il corso di formazione per livello medio, dopo tre anni servirà scegliere un corso di aggiornamento relativo al livello medio.