Telefono: (+39)092445834

Cos'è il DOCFA? Significato, costo, modelli e procedura

I software hanno snellito molto la farraginosa burocrazia italiana. Il DOCFA è lo strumento più utile e usato per agevolare le procedure catastali. Ecco cos'è il Docfa, a cosa serve e a chi, come si usa, quali modelli inviare, quanto costa l'invio telematico e come ottenere crediti formativi per professionisti con corsi dedicati al Docfa.

Cos'è e a cosa serve: significato e acronimo di Docfa

Come spesso accade, ricaviamo il significato delle cose dagli acronimi: DOCFA significa infatti Documenti Catasto Fabbricati.
É un software, cioè un sistema di elaborazione dei dati, con cui tecnici e professionisti, presentano pratiche catastali, tramite compilazione digitale e invio telematico all'Agenzia delle Entrate ed agli Uffici territoriali di competenza.
Architetti, ingegneri, periti e geometri, sia in ambito pubblico che privato, usano il Docfa per:

  • formulare documenti tecnici ed inoltrarli al Catasto.
  • inviare all'ufficio di competenza territoriale il Modello di accertamento della proprietà immobiliare.

Gli inoltri presso il Catasto vengono fatti per:

  • Nuove costruzioni e dunque nuovi accatastamenti
  • Riscotruzioni ex novo
  • Ampliamenti
  • Variazioni catastali: cambio destinazione d'uso, integrazioni, nuove particelle annesse, o frazionamenti, etc.)
  • Denunce di unità afferenti, cioè quelle sfuggite all'accatastamento originario

Ultima versione Docfa: come si usa e costo

Il software DOCFA ha subìto ovvie modifiche nel tempo. Nasce per volontà del Governo Italiano nel 1993, e, ad oggi, la sua ultima versione è Docfa 4.00.3.
Venne da subito messo a disposizione gratuita degli Albi delle professioni tecniche, per facilitare il disbrigo pratiche e 'abituare' i professionisti ad un approccio più smart e funzionale.
Il docfa nasce quindi per rispondere ad esigenze di adempimento tecnico-burocratico. Servendo per svolgere procedure da sempre indispensabili, si comprende quanto sia importante, specialmente per tecnici e professionisti, apprendere il corretto utilizzo del software.
Ovviamente, la compilazione e la presentazione tramite il software non sono azioni banali, ma richiedono competenze specifiche, vista anche la complessità della materia e la delicatezza dei dati che tramite il Docfa vengono inotrati agli uffici territoriali.

Corso di formazione sull'utilizzo del software Docfa

Vista l'utilità e il bisogno di professionisti dovutamente preparati nell'utilizzo di questo software per le pratiche catastali, i maggiori Collegi e Ordini professionali incoraggiano i loro iscritti a formarsi a dovere in materia, riconoscendo CFP per la partecipazione a corsi di formazione.
Pedago.it, ente di formazione riconosciuto, propone tanti percorsi formativi per professionisti, tra cui il Corso di Formazione Docfa 4.00.4: secondo un approccio tecnico-pratico, tramite la piattaforma SISTER (programma ministeriale online), si apprendono tutte le procedure per formulare e compilare i modelli, inserire i documenti e procedere all'invio.
Inoltre, la frequenza del corso consente ad Architetti, Ingegneri, Periti e Geometri di conseguire i crediti formativi professionali obbligatori per la formazione continua e stabiliti dagli Ordini.
Corso Docfa 4.00.4 e pratiche catastali online

Download del Software Docfa

Per quanto riguarda invece il costo, occorre fare ordine.
l dowload del software è gratuito, si effettua dalla pagina ufficiale dedicata della Agenzia delle Entrate, ma è riservato solo al professionista abilitato a svolgere le operazioni per cui il software nasce. Non si tratta di uno strumento accessibile ed utilizzabile da tutti, tornando a ribadire l'importanza delle competenze necessarie al suo uso idoneo.
Scarica il Software Docfa

Costi e Tariffe

Il costo effettivo che si potrebbe impiegare per la compilazione e la presentazione dei modelli varia in base al consulente scelto. Infatti non vi è un prezziario univoco e tariffe predeterminate su i vari modelli da inviare. É la prestazione del consulente, nonchè la sua parcella, che può variare sensibilmente, anche in base alle zone urbane.
I costi prevedibili e certi sono quelli provenienti dalle spese vive che esulano il lavoro del consulente:

  • Le spese per il catasto ammontano a 50,00€ ogni unità, sia che si tratti di variazione/integrazione/divisione o che si tratti di nuova costruzione
  • I Diritti di Voltura equivalgono a 70,00€

I modelli Docfa: digitali ma invariati

Si tratta quindi di un percorso di digitalizzazione dell'amministrazione pubblica: difatti, la documentazione obbligatoria ed i modelli impiegati restano invariati rispetto al passato, quando esistevano solo moduli cartacei; la differenza è che oggi, essendo tutto in formato digitale, tempi e iter procedurali si semplificano grazie anche all'invio telematico.
Ritroviamo quindi anche qui i modelli digitali:

  • Modello D
  • Modello 1N (I e II parte)
  • Modello 2N (I e II parte)
  • Elaborato Planimetrico e Planimetrie
  • Elenco subalterni

Commenti

  • Leandro 08/04/2019 - 10:29

    A chi spetta pagare il docfa, al costruttore o all'acquirente? grazie

    Rispondi
    Redazione Pedago.it 12/04/2019 - 10:16

    Buongiorno, secondo le mie fonti, le procedure di accatastamento devono essere effettuate a cura del costruttore

Lascia un commento