Telefono: (+39)092445834

"I Futuri Geometri Progettano l'Accessibilità": quinta edizione del Concorso Nazionale

Ecco le news sulla quinta edizione del concorso nazionale I Futuri Giovani Progettano l'Accessibilità

Da decenni l'abbattimento delle barriere architettoniche ha acquisito notevole importanza, interessando ingegneri, architetti e tecnici, insieme a tutti i settori della società. Da qui, nasce un Concorso ad hoc e la collaborazione di quest'anno con Eataly!
Educare alla sensibilità, all'inclusione sociale e all'accessibilità rappresenta dunque una priorità per le Istituzioni coinvolte nella senbilizzazione dell'abbattimento delle barriere architettoniche.
E' questo l'obiettivo che, da cinque anni, viene promosso da CNeGL, CIPAG, GEOWEB eFIABA, per formare al meglio i "Geometri del Futuro".

Al via la V edizione del Concorso Nazionale "I Futuri Geometri Progettano l'Accessibilità"

Indetto il concorso nazionale "I futuri Geometri Progettano l'Accessibilità", giunto alla quinta edizione, da CNeGL, CIPAG, GEOWEB eFIABA.
Il concorso, patrocinato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - MIT - e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - MIBACT, intende premiare i migliori progetti che dimostrano di valorizzare ed applicare al meglio la normativa vigente secondo il PdR/UNI "Abbattimento barriere architettoniche - Linee guida per la riprogettazione del costruito in ottica universal design".
La nuova edizione del concorso, che vanta la collaborazione Eataly, partner d'eccezione, darà la possibilita agli istudenti dell'IIS Volta - Ceccarelli e l'IIS Alberti (Istituti CAT) di presentare due progetti per riqualificare e rendere accessibili le aree che circondano Eataly.

Quali sono gli obiettivi formativi del progetto?

La finalità del concorso, che cambia di anno in anno, è quella di puntare sull'eliminazione di qualsiasi tipo di barriera, sia questa fisica, sensoriale, culturale e psicologica con l'obiettivo di promuovere e sensibilizzare alla cultura delle "Pari Opportunità" e sul piano urbanistico sviluppare le nozioni del "Universal Design" e del "Design for all".
Il problema delle barriere architettoniche, presenti nelle nostre comunità, rappresenta un serio ostacolo per l'intera comunità dei cittadini.
Da ormai 5 anni gli istitituti CAT, in collaborazione con i Collegi Provinciali dei Geometri e degli Insegnanti, presentano alla pubblica amministrazione diversi progetti sull'accessibilità totale (scuole, parchi pubblici, biblioteche, luoghi di interesse), con l'obiettivo di raggiungere la cosiddetta "inclusività sociale", puntanto ad informare e sensibilizzare non solo l'opinione pubblica ma soprattutto le nuove generazioni e le istituzioni.
Le precedenti edizioni hanno già registrato numeri da record: 108 progetti presentati per una partecipazione di 190 istituti scolastici.
In molti casi i progetti presentati sono stati già realizzati in alcuni Comuni italiani.
Marco Nardini, Consigliere Nazionale CNGeGL, si è espresso con entusiasmo sull'importanza e il valore del concorso, ha sottolineato la qualità dei progetti presentati sull'accessibilità e le competenze acquisite dai giovani futuri geometri italiani.
Dello stesso parere è il Presidente di FIABA Giuseppe Trieste, che ha stabilito l'importanza e la necessità di sensibilizzare all'inclusività non solo architettonica ma soprattutto culturale e quindi sociale.
Il Presidente Trieste ha ancora ribadito l'importanza data alla divisione in 3 categorie per la presentazione dei progetti, scuola, spazi urbani e tempo libero, che rappresentano i campi di investimento previsti dal concorso.