Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

La professione del dottore Forestale: cosa fa e quanto guadagna

Oggi parleremo di una figura professionale oggettivamente poco conosciuta e spesso poco valorizzata nel nostro paese: Il Dottore Forestale. Spesso questa figura viene confusa con quella di "Guardia Forestale", ma si tratta di due profili molto diversi, con competenze e percorsi formativi che non combaciano tra loro.
La finalitÓ di questo articolo sarÓ dunque definire questo professionista partendo dalla definizione, per poi indicare qual Ŕ il suo effettivo lavoro e a quanto ammonta il suo stipendio.

Chi Ŕ il Dottore Forestale

Il dottore o tecnico forestale Ŕ un laureato in Scienze Forestali o lauree simili, che dopo aver conseguito detto titolo ha sostenuto e superato un Esame di Stato specifico per ottenere la possibilitÓ di iscriversi all'Albo Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali (CONAF).
Si tratta dunque di un professionista abilitato ad esercitare regolarmente, in possesso di competenze e capacitÓ specifiche che tuttavia, spesso, vengono ignorate da enti pubblici e privati che affidano lavori che sarebbero di sua competenza ad altri professionisti, che spesso non dovrebbero nemmeno avere il potere di firma.
In ogni caso, nonostante le diffuse "discriminazioni" questa figura ha una tradizione e una formazione che affonda le radici nel XIX secolo, almeno per quanto riguarda l'Italia.

Cosa Fa il Dottore Forestale

Per quanto riguarda le competenze del dottore forestale possiamo dire che siano le medesime del dottore agronomo, in quanto essi condividono l'ordine e l'orientamente professionale.
Ma, nello specifico, l'elenco delle mansioni che egli svolge Ŕ molto lungo, per via delle sue qualifiche infatti egli Ŕ chiamato a risolvere tutte le problematiche inerenti il comparto agro-forestale e tutelare l'ambiente e le sue risorse.
Egli deve dunque:

  • effettuare pianificazione del territorio e valutazione dell'impatto ambientale;
  • progettare, realizzare e gestire parchi e giardini;
  • elaborare piani e progetti per assestamento forestale;
  • realizzare costruzioni rurali, agroalimentari e civili;
  • occuparsi dei lavori catastali;
  • occuparsi di bonifica, irrigazione, tutela delle acque e dell'atmosfera;
  • studiare il suolo per individuarne l'uso corretto e garantirne la tutela;
  • curare le piante e prevenire/debellare malattie e parassiti;
  • provvedere a programmazione economica e stime di fondi rustici;
  • occuparsi del miglioramento genetico di vegetali e animali;
  • effettuare controlli qualitativi nel comparto Agro-alimentare;
  • gestire, programmare e regolare alimentazione ed allevamento dei capi di bestiame;
  • offrire assistenza tecnica e divulgazione agricola;

Quanto guadagna un Tecnico Forestale

Dal punto di vista economico, il dottore forestale percepisce uno stipendio mensile che varia in base all'esperienza e al settore in cui si lavora (pubblico o privato).
lo stipendio mensile medio va dai 700 euro a 1000 euro nel settore pubblico, tuttavia nel privato si possono raggiungere cifre che vanno da 1500 € a 3000 €.
Ricordiamo tuttavia che alcuni dottori forestali sotto contratto con aziende o enti di rilievo possono arrivare a percepire anche cifre molto pi¨ alte.

Lascia un commento