Chi siamo Contattaci Blog Tel: (+39) 092445834

Geometra Laureato: laurea obbligatoria per esercitare la professione

La professione del geometra è stata rivoluzionata nel corso degli anni, affiancando al professionista in possesso del solo diploma un altro profilo: il geometra laureato.
Tutto è partito con il ddl Malpezzi che ha riformato questa professione, nell'articolo odierno vedremo quali sono le novità inserite e da quando sarà obbligatoria la laurea per il geometra, ma ci soffermeremo anche sulla definizione e sulle competenze che chi vuole conseguire questo titolo deve avere.

Cos'è il Geometra Laureato?

Il titolo di geometra laureato viene attribuito a chi ha superato l'esame di Stato per la professione di geometra ed è in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Laurea classe 4 - scienze dell'architettura e dell'ingegneria edile (+ tirocinio di sei mesi ai sensi dell'ex DM 509/99);
  • Laurea classe 7 - urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale (+ tirocinio di sei mesi ai sensi dell'ex DM 509/99);
  • Laurea classe 8 - ingegneria civile e ambientale (+ tirocinio di sei mesi ai sensi dell'ex DM 509/99);
  • Diploma universitario in Edilizia;
  • Diploma universitario in Ingegneria delle infrastrutture;
  • Diploma universitario in Sistemi informativi territoriali;

Per esercitare l'attività professionale il professionista dovrà poi iscriversi all'albo professionale dei geometri.
Ricordiamo che l'albo è unico sia per i geometri che per i geometri laureati, ad oggi non esiste differenza tra le due figure a livello di attività professionali esercitabili.

Laurea Obbligatorie e legge n°57

Come abbiamo anticipato però, il profilo professionale del geometra sta per essere rivoluzionato a livello normativo dal disegno legge n° 57 presentato dalla Senatrice Malpezzi, che ha la finalità di revisionare l'accesso alla libera professione, adeguandolo alla normativa europea.
Uno dei punti principali di questo ddl è che per diventare geometri ed esercitare la laurea diventerà obbligatoria, e l'esame di Stato verrà eliminato.
Nello specifico, il ddl n.57 dal titolo "Disciplina della professione di geometra e norme per l'adeguamento delle disposizioni concernenti le relative competenze professionali", sancisce che:

  • per accedere alla professione di geometra occorre uno specifico corso di laurea professio­nalizzante e abilitante, che comprende lo svolgi­mento di un tirocinio professionale della du­rata di 6 mesi, in sostituzione di quello previ­sto dall'art.6 del regolamento di cui al dpr 137/2012;
  • il numero dei crediti formativi universitari riservati a ciascuna attività for­mativa sarà di180 CFU totali, di cui almeno 30 riservati al tirocinio professionale;
  • l'esame finale per il conseguimento della laurea avrà valore abilitante all'esercizio della professione di geometra, e sostituirà l'esame di Stato. Ad esso potranno essere am­messi coloro che hanno conseguito tutti i crediti previsti dall'ordinamento didattico;
  • detto esame dovrà conseguirsi secondo le modalità stabilite dll decreto sopracitato;
  • della commissione giudicatrice faranno parte professionisti designati dal CNGeGL;
  • data la natura pro­fessionalizzante del corso di laurea, sono previsti insegnamenti tec­nico-professionalizzanti e docenze profes­sionali extra-universitarie;

Quando verrà cancellato l'esame di stato?

Ovviamente il cambiamento non sarà drastico e non avverrà dall'oggi al domani, è infatti previsto un regime transitorio durante il quale l'esame di stato continuerà a tenersi e a conservare i suoi effetti tuttavia, a decorrere dal 1 gennaio 2025, esso verrà soppresso e rimarrà valido solo il percorso universitario abilitante.

Lascia un commento