Telefono: (+39)092445834

Esame di Abilitazione Geometri 2018: Date, Requisiti e Prove

Il 25 maggio del 2018 nella Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata l'Ordinanza Ministeriale 416 del 18 maggio che ha indetto le sessioni di esami per l'anno 2018 per l'abilitazione all'esercizio della professione di Geometra. Scopriamo nel dettaglio quali sono le date stabilite, in cosa consistono le prove e quali requisiti occorrono per essere ammessi.

Le date degli esami di abilitazione per Geometri 2018

L'inizio degli esami è fissato nello stesso giorno in tutte le sedi e avranno luogo secondo la calendarizzazione esposta nella seguente tabella che ne riassume le date:

Data Orario Evento
27 novembre 2018 08:30 insediamento delle Commissioni e riunione preliminare
28 novembre 2018 08:30 prosecuzione della riunione preliminare
29 novembre 2018 08:30 prima prova scritta
30 novembre 2018 08:30 seconda prova scritta e/o scritto-grafica

La domanda di ammissione agli esami di abilitazione per geometri deve essere presentata entro 30 giorni dalla pubblicazione dell'ordinanza n°416 del 18 maggio sulla Gazzetta Ufficiale, ovvero entro il 25 giugno 2018.
Nell'Ordinanza Ministeriale in questione sono contenuti tutti i requisiti d'ammissione che il candidato deve possedere per poter prendere parte agli esami di stato per geometri.

Esame di Stato 2018 per Geometri: ecco i requisiti di ammissione

Alle sessione di esami di stato per l'abilitazione 2018 vengono ammesse le seguenti categorie:

  • Geometri con diploma di istruzione secondaria;
  • Geometri Laureati.

Vediamo nello specifico quali sono i requisiti fondamentali che devono avere le due categorie.

Requisiti di Ammissione dei Geometri Diplomati

I Geometri in possesso del diploma di istruzione secondaria conseguito in un Istituto Tecnico statale, paritario o legalmente riconosciuto per essere ammessi alla data della presentazione della domanda devono avere i seguenti requisiti:

  • aver completato il tirocinio professionale di massimo 18 mesi;
  • aver completato il periodo di pratica biennale presso un Geometra, Architetto o Ingegnere Civile da almeno 5 anni;
  • aver completato il periodo quinquennale di attività tecnica subordinata, anche al di fuori di uno studio;
  • essere in possesso della certificazione di istruzione e formazione tecnica superiore;
  • essere in possesso dei titol rilasciati dagli Istituti Tecnici Superiori.

Requisiti di Ammissione dei Geometri Laureati

Per partecipare alla sessione di esame i candidati Geometri Laureati devono possedere uno dei seguenti requisiti:

  • diploma universitario triennale;
  • laurea comprensiva di un tirocinio di 6 mesi;

Se al momento della presentazione della domanda il candidato non ha ancora completato il tirocinio ma lo farà entro la data di inizio delle sessioni d'esame devono inoltrare una dichiarazione con la quale si impegnano a presentare l'attestato del compimento della pratica professionale prima dell'inizio delle sessioni d'esame di stato.

Esame di Abilitazione per Geometri 2018: le Prove

Le prove d'esame di stato per l'abilitazione all'esercizio professionale per geometri, anche nel 2018 si svolgeranno in tre fasi:

ecco nel dettaglio quali saranno le caratteristiche peculiari di ognuna di queste prove che i candidati dovranno superare per abilitarsi.

Prima prova scritto-grafica

La prima prova dell'esame di abilitazione prevede la redazione del progetto di un edificio da parte del Geometra candidato entro i limiti delle proprie competenze, corredandolo con una relazione sui criteri adottati e sulle problematiche attinenti alla realizzazione dell'edificio, come:

  • Calcolo e disegno di elementi strutturali;
  • Installazione di impianti tecnici;
  • Organizzazione del Cantiere;
  • Contabilità dei lavori.

Seconda prova scritto-grafica

La seconda prova che, ricordiamo, sarà svolta il 30 novembre 2018, tratterà la risoluzione di un problema attinente all'estimo, oppure al rilevamento e alla rappresentazione di un terreno in cui è possibile applicare e trovare connessioni con le tematiche proprie dell'estimo.

Prova orale

L'ultima parte dell'esame è rappresentata da una prova orale messa in atto con lo scopo di verificare che il candidato sia in possesso o meno dei requisiti indispensabili per esercitare la professione di geometra.
Oltre ad appurare la capacità del candidato di esporre le esperienze maturate durante il praticantato consiste nella trattazione dei seguenti argomenti pluridisciplinari:

  • Progettazione e realizzazione di costruzioni edili, stradali ed idrauliche;
  • strumenti, metodi, e tecniche di rilevamento topografico e relative applicazioni;
  • teoria dell'estimo e metodi di stima;
  • elementi di diritto sia pubblico che privato necessari all'esercizio della professione di geometra.

Lascia un commento