Telefono: (+39)092445834

Bonus Assunzioni 2018 per donne disoccupate: requisiti e agevolazioni per i datori di lavoro

Con il Bonus Assunzioni 2018, disciplinato dalla nuova Legge di Bilancio,per le aziende sarÓ pi¨ facile assumere nuovo personale, soprattutto tra giovani e donne.
Un provvedimento lungimirante che punta a mitigare la disparitÓ occupazionale di genere, soprattutto nelle aree svantaggiate, erogando incentivi e sgravi fiscali fruibili dai datori di lavoro su tutto il suolo italiano, con modalitÓ e regole ben precise.
Scopriamo insieme in cosa consistono le agevolazioni, quali requisiti sono necessari per richiederle e quali sono i settori principalmente interessati.

Bonus Assunzioni Donne 2018: agevolazioni per i datori di lavoro

Il Bonus assunzioni donne, riconfermato anche per il 2018, non Ŕ altro che un beneficio concesso alle aziende che intendono assumere forza lavoro di genere femminile.
Nello specifico, tutti i datori di lavoro avranno la possibilitÓ di beneficiare degli sgravi contributivi introdotti con la Legge Fornero 2012 e ripristinati dall'Inps con il messaggio 6319/2014.
Il bonus cambierÓ in funzione della modalitÓ di assunzione sono previsti:

  • Sgravi contributivi del 50% della durata di 12 mesi per le assunzioni a tempo determinato;
  • Sgravi contributivi del 50% della durata di 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato;

Nel caso in cui si verifichi un cambiamento della tipologia di contratto, come il passaggio da assunzione a tempo determinato ad assunzione a tempo indeterminato, la riduzione dei contributi si prolunga fino a 18 mesi a partire dalla data di assunzione.

Bonus Assunzioni Donne 2018: requisiti e condizioni

Per richiedere il bonus e beneficiare dello sgravo contributivo sia le aziende che le lavoratrici devono avere dei requisiti specifici.
Per quanto concerne i datori di lavoro e le aziende, i requisiti sono i seguenti:

  • Essere in regola con l'elaborazione del DVR;
  • assumere donne over 50 residenti in zone svantaggiate;
  • l'assunzione non deve essere vincolata ad obblighi preesistenti;
  • deve assicurare un'incremento di occupazione all'interno dell'azienda;
  • deve rispettare le condizioni di compatibilitÓ con il mercato interno;

Per quanto riguarda le donne nello specifico, gli incentivi e gli sgravi saranno applicati esclusivamente alle lavoratrici che si trovano nelle condizioni seguenti:

  • Donne over 50, disoccupate da oltre 12 mesi;
  • Donne di qualsiasi etÓ senza regolare impiego da almeno 24 mesi;

Aree svantaggiate e disparitÓ di genere

Sono tuttavia previsti requisiti diversi nel caso di assunzione di disoccupate residenti in certe aree, classificate come svantaggiate, o appartenenti a settori caratterizzati da una forte disparitÓ di genere.
L'agevolazione Ŕ concessa in favore delle donne senza regolare impiego da 6 mesi, e non da 24 come per il resto d'Italia, nelle Aree Svantaggiate indicate nella Carta degli Aiuti di Stato per il periodo 2014-2020, ovvero:

  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Puglia;
  • Sicilia;
  • Alcune cittÓ del Centro-Nord;

Lo stesso tipo di agevolazione si applica per le assunzioni di donne in settori con una disparitÓ di genere superiore al 25%, calcolato tenendo conto dei dati Istat.
Ci saranno dunque agevolazioni per l'assunzione di donne disoccupate da almeno 6 mesi nei seguenti settori:

  • Agricoltura;
  • Edilizia;
  • Industria Estrattiva;
  • Industria dell'acqua e della gestione rifiuti;
  • Industria energetica e manifatturiera;
  • Trasporto e stoccaggio;
  • Servizi della Pubblica Amministrazione;
  • Servizi di informazione e comunicazione;

Come richiedere il bonus assunzioni donne 2018

La richiesta per usufruire degli incentivi derivati dall'assunzione di donne disoccupate, pu˛ essere inoltrata per via telematica al sito ufficiale dell'INPS, previa registrazione, accedendo al Cassetto Previdenziale Aziende ed Aziende Agricole.
Sul sito sarÓ possibile trovare un modulo specifico da compilare, adatto sia alle lavoratrici che alle aziende, utilizzabile sia per le assunzioni, che per le proroghe o le trasformazioni di contratto.

Lascia un commento